VERSIONE ACCESSIBILE

Prolungata fino al 2 ottobre la mostra al Museo nazionale di Villa Guinigi sulle due opere inedite di Matteo Civitali.

Prolungata fino al 2 ottobre la mostra al Museo nazionale di Villa Guinigi sulle due opere inedite di Matteo Civitali.
18-07-2022
Prolungata fino al 2 ottobre 2022 la mostra sulle due opere inedite di Matteo Civitali al Museo nazionale di Villa Guinigi (Lucca). Restituite alla città grazie alla scoperta di Valentino Anselmi, funzionario Storico dell’Arte in servizio presso la Soprintendenza ABAP per le Province di Lucca e Massa Carrara sono state restaurate grazie alla Fondazione Banca del Monte di Lucca, che si è fatta carico anche dell’allestimento, insieme alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara e alla Direzione regionale dei Musei della Toscana.

Il Salvator Coronatus, scultura policroma in terracotta, e il rilievo in terracotta policroma ‘Madonna col Bambino’, erano conservati, rispettivamente, nella chiesa di Santa Maria Corteorlandi e in un’edicola votiva a Colle di Compito, e non avevano attribuzione. Valentino Anselmi le ha “riscoperte” e attribuite al Civitali dopo una serie di indagine storiche, artistiche e documentarie e il coinvolgimento del Reparto Investigazioni Scientifiche (RIS) dei Carabinieri di Roma, sezione “Impronte”.

Le due opere sono esposte in dialogo con altre già presenti nel museo e provenienti da prestiti, in un allestimento temporaneo e modulare, per una scelta ambientalmente sostenibile progettata dall’architetto Nicola Nottoli e realizzata dalla ditta lucchese Allestend. Il restauro del Salvator Coronatus è stato curato da “Lo Studiolo” di Luigi Colombini, Maddalena Lazzareschi e Lucia Ricciarelli, grazie al contributo di FBML.

Il catalogo, edito da Maria Pacini Fazzi e curato dallo stesso scopritore, ripercorre il riconoscimento, il restauro e la valorizzazione delle due opere, presenta un confronto con numerose opere tra le quali quelle di Hans Memling e il racconto del percorso di restauro. Offre inoltre un approfondimento di Civitali scultore e architetto a firma di Anselmi e del rapporto tra le Fiandre e Lucca nella ricezione e rielaborazione della pittura lucchese del secondo Quattrocento, a firma di Stefano Martinelli.

L’ingresso è compreso nel biglietto del museo. L’apertura è dal martedì al sabato dalle 12 alle 19 (ultimo ingresso ore 18), nella prima e terza domenica del mese dalle 9 alle 19,30 (ultimo ingresso ore 18); nei giorni 3, 10, 17 settembre: apertura straordinaria serale dalle 19,30 alle 22,30 (ultimo ingresso ore 21); sabato 24 settembre (Giornate Europee del Patrimonio): apertura straordinaria serale dalle 19,30 alle 22,30 (ultimo ingresso ore 21); domenica 25 settembre (Giornate Europee del Patrimonio): apertura straordinaria dalle ​15 alle 19 (ultimo ingresso ore 18). Chiusura: lunedì, 2a, 4a e 5a domenica del mese.
BIGLIETTI: intero € 4.00 - ridotto € 2.00.
Info: http://www.luccamuseinazionali.it/it/guinigi/museo-nazionale-di-villa-guinigi


Le ultime news

Domenica 7 agosto 2022 l’appuntamento con la “Sagra Pascoliana” Al Casone di Profecchia e al Passo delle Forbici (Castiglione di Garfagnana) 90esima edizione del raduno in memoria del poeta Giovanni Pascoli
continua
Omaggio alla tomba dimenticata di Alfredo Caselli al cimitero urbano di Lucca. Uno studio del professor Pietro Paolo Angelini riporta all’attenzione della città il luogo di sepoltura del mecenate di tanti artisti, amico di Puccini e Pascoli.
continua
Moda, artigianato, made in Italy. Anzi, in Florence. “BOOM! La moda italiana”: una mostra celebra le origini del Made in Italy
continua
Preferenze cookie
0