VERSIONE ACCESSIBILE

L’ordine dei frati Cappuccini a Lucca e il filo della memoria. Doppio appuntamento con gli approfondimenti sulla mostra dedicata a Paolo Biagetti pittore: venerdì 26 novembre con Fra Francesco Mori, sabato 27 con Giuliana Pinto

L’ordine dei frati Cappuccini a Lucca e il filo della memoria. Doppio appuntamento con gli approfondimenti sulla mostra dedicata a Paolo Biagetti pittore: venerdì 26 novembre con Fra Francesco Mori, sabato 27 con Giuliana Pinto
24-11-2021
“L’ordine dei frati Cappuccini a Lucca: storie e vicende iconografiche in due opere di Paolo Biagetti” e “Memoria... un filo d’oro esile e potente”: con questi due incontri proseguono, venerdì e sabato sempre alle 17, gli incontri di approfondimento della mostra retrospettiva “Paolo Biagetti, pittore”, aperta fino al 9 gennaio 2022 al Palazzo delle Esposizioni di Lucca (piazza San Martino, 7). Con questa mostra, a cura di Alessandra Trabucchi, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e la Fondazione Lucca Sviluppo vogliono valorizzare la figura di questo artista lucchese della seconda metà dell’Ottocento ed il suo contributo alla scena culturale ed artistica dell’epoca.

“L’ordine dei frati Cappuccini a Lucca: storie e vicende iconografiche in due opere di Paolo Biagetti”: venerdì 26 novembre 2021 alle 17 Fra Francesco Mori, prendendo spunto da due tele in mostra a soggetto cappuccino – “L’assistenza agli appestati” e “San Lorenzo da Brindisi alla battaglia di Albareale” – ripercorrerà le vicende storiche della presenza dei frati minori cappuccini a Lucca, dal primo insediamento presso il convento di Guamo a quello successivo della Concezione di Maria, dentro le mura cittadine, distrutto sotto il governo Baciocchi. “L’analisi del dipinto ‘L’assistenza agli appestati’ – spiega Mori - sarà l’occasione per ripercorrere le vicende storiche della manzoniana peste del 1630-31 che colpì pesantemente anche la città di Lucca, ripercorrendo il ruolo che i Cappuccini ebbero nell’assistenza agli appestati, perpetrata poi nell’assistenza religioso presso l’ospedale cittadino. A partire invece dall’opera che raffigura san Lorenzo da Brindisi verrà illustrata l’altra grande attività dei frati, quella della predicazione e assistenza spirituale, che vide i frati lucchesi in prima linea in città e all’estero”.

Francesco Mori è frate minore cappuccino della provincia religiosa toscana, per la quale dal 2017 si occupa, in qualità di responsabile dei beni culturali, della gestione e conservazione del museo, archivio e biblioteca che hanno sede presso il convento fiorentino di Montughi. Laureato nel 2001 in Lettere con indirizzo storico-artistico, ha iniziato a svolgere attività di ricerca all’Università degli studi di Roma Tre nel settore dei beni culturali con l’assegnazione di un dottorato di ricerca e l’attività di cultore della materia, salvo poi optare per l’ingresso nella vita religiosa, durante la quale ha conseguito il baccellierato in teologia e sta concludendo la laurea magistrale in Scienze archivistiche e biblioteconomiche. Attualmente l’interesse dalla sua ricerca si orienta verso la storia e la cultura dell’ordine Cappuccino, con una particolare attenzione alla realtà toscana, a cui ha dedicato alcuni interventi scritti ed orali in diverse occasioni.

Sabato 27 novembre 2021 alle 17 appuntamento con Giuliana Pinto per parlare di “Memoria... un filo d’oro esile e potente”. In entrambe le occasioni sarà possibile visitare la mostra: l’allestimento è sviluppato in 5 sezioni: paesaggi e vedute di Lucca; ritratti di famiglia; dipinti di soggetti sacri; disegni; documenti dell’epoca, atti pubblici, atti privati.

Ecco i successivi incontri e visite guidate gratuite, sempre alle 17 nell’auditorium del Palazzo delle Esposizioni. Venerdì 3 dicembre 2021 con Alessandra Trabucchi e Paola Cavallero: “Conversando di Paolo Biagetti: la pittura per un dialogo tra le generazioni”, modera Anna Benedetto; venerdì 10 dicembre 2021 con Giovanni Ricci: “La Toscana dell’Ottocento nel Cinema”; venerdì 17 dicembre 2021 con i restauratori Marco Cigolotti: “Le pitture murali di Paolo Biagetti” e Laura Del Muratore: “P. come Policromia. Interventi di restauro di alcune opere di Paolo Biagetti”; sabato 8 gennaio 2022 con Pio Enrico Ricci Bitti: “Varie forme di comunicazione”.

La mostra è aperta a ingresso libero, secondo le normative vigenti (green pass e mascherina), il giovedì e venerdì dalle 15,30 alle 19,30, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 19,30. Per informazioni: www.fondazionebmluccaeventi.it, Facebook e Instagram: @palazzoesposizionilucca


Le ultime news

On line da oggi il NUOVO portale luccaaccessibile.it. Completata la revisione del portale
continua
Anche il premio Nobel per la pace Adolfo Pérez Esquivel all’evento per i 10 anni del Fondo Arturo Paoli
continua
Il Fondo Arturo Paoli compie 10 anni
continua