VERSIONE ACCESSIBILE

Al via dal 20 giugno le visite guidate alla mostra delle opere inedite di Matteo Civitali al Museo Nazionale di Villa Guinigi

Al via dal 20 giugno le visite guidate alla mostra delle opere inedite di Matteo Civitali al Museo Nazionale di Villa Guinigi
18-06-2021
Ad un mese dall’apertura della mostra temporanea dedicata alle due opere inedite di Matteo Civitali, allestita al Museo nazionale di Villa Guinigi, partono anche le visite guidate gratuite.
A partire da domenica 20 giugno, e poi tutti i week end fino ad agosto, sarà possibile prenotarsi per una visita da effettuarsi nell’unico orario delle 17, potendo contare sulle spiegazioni di una guida turistica professionale, grazie alla collaborazione dell’associazione  Lucca Info & Guide.
Basterà prenotarsi entro le ore 13 del venerdì precedente, inviando una mail a: segreteria@fondazionebmlucca.it (o telefonicamente allo 0583464062), fino a un massimo di 5 persone. La visita guidata è gratuita ed è compresa nel biglietto di ingresso al museo nazionale (4 euro).
Oltre a domenica 20 giugno, le altre date disponibili sono: 26 giugno; 4, 10, 18, 24 e 31 luglio; e poi 1,  7, 15,  21 e 28 agosto.
Grazie alla scoperta di Valentino Anselmi, funzionario Storico dell’Arte in servizio presso la Soprintendenza ABAP per le Province di Lucca e Massa Carrara, e al progetto congiunto della Fondazione Banca del Monte di Lucca che si è fatta carico del restauro e dell’allestimento, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara e della Direzione regionale dei Musei della Toscana, che ospita l’esposizione temporanea, sono state restituite alla città due opere inedite di Matteo Civitali: Il Salvator Coronatus e una Madonna con Bambino, proveniente da Colle di Compito.
Il Salvator Coronatus è una scultura in terracotta proveniente dalla chiesa di Santa Maria Corteorlandini rimasta per secoli senza attribuzione. L’intuizione dello storico dell’arte Anselmi e le prove scientifiche condotte dal RIS di Roma hanno fatto emergere la vera identità dell’autore: Matteo Civitali. Sono state infatti le impronte digitali riscontrate all’interno della parte cava dell’opera a dare certezza della sua “paternità”, gettando le basi per questa esposizione che mette in dialogo questa “opera ritrovata” con le altre del Civitali, già presenti al Museo nazionale di via della Quarquonia. A distanza di qualche mese dal primo sopralluogo, Anselmi ha avuto modo di riscontrare che anche un inedito rilievo in terracotta policroma, una ‘Madonna col Bambino’, proveniente da un’edicola votiva a Colle di Compito, frazione del Comune di Capannori (LU), era stato fatto dalla stessa mano, quella del Civitali.
In maggio, dopo i restauri, le opere sono state esposte al Museo nazionale di Villa Guinigi, nella nuova esposizione temporanea con un progetto innovativo e sostenibile, ideato dall’architetto Nicola Nottoli e realizzato dalla ditta lucchese Allestend.
Oltre alle visite guidate, è possibile visitare la mostra, fino al maggio 2022 il martedì e giovedì ore 9- 19,30 (ultimo ingresso ore 18). Il mercoledì, ore 12-19,30 (ultimo ingresso ore 18); il venerdì e sabato ore 12- 19.30 (ultimo ingresso ore 18). 1a e 3a domenica del mese ore 9 – 19,30 (ultimo ingresso ore 18).
Chiuso: Lunedì, 2a, 4a e 5a domenica del mese, 1° gennaio e 25 dicembre.
BIGLIETTI: intero € 4.00 - ridotto € 2.00.
Potranno accedere al Museo al massimo 12 persone contemporaneamente con prenotazione telefonica obbligatoria al numero +39 0583 496033, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 11.30. La prenotazione è necessaria anche per le visite guidate consentite a gruppi di massimo 6 persone compresa la guida, con auricolari, sempre nel rispetto della distanza di sicurezza. 

 


Le ultime news

Cordoglio per la scomparsa di Aldo Chelini
continua
Centenario di Alfredo Caselli (1921-2021): ecco gli eventi per celebrarlo grazie alla Fondazione Banca del Monte di Lucca
continua
L’ambasciatore della Costa d’Avorio in Italia, Samuel Ouattara, al Palazzo delle Esposizioni, per la mostra di Bouabré ARTE ALFABETO UNIVERSALE
continua