EUROPEAN PHOTO EXHIBITION AWARD - epea in breve

Mentre tutti dissertano sulla crisi del modello comunitario europeo, l’Europa Unita della cultura e dell’arte dimostra di credere ancora in un futuro da costruire e vivere insieme.

Il progetto “epea” è promosso dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca (Italia), dalla Fundação Calouste Gulbenkian (Portogallo), dalla Institusjonen Fritt Ord (Norvegia) e dalla Körber-Stiftung (Germania).

Sono 12 i fotografi scelti per la manifestazione, 3 scelti da ciascuna Fondazione, chiamati a sviluppare con il proprio talento e capacità personale di visione una tematica comune. Si tratta di giovani fotografi che vivono e lavorano principalmente in Europa, scelti dai curatori incaricati da ogni Fondazione. È Enrico Stefanelli, fotografo, ideatore, promotore e organizzatore del Photolux Festival , che cura la mostra per la Fondazione e che ha selezionato i protagonisti.

Il progetto, oltre ad avere una valenza artistica di riguardo ed opere di giovani fotografi, costituisce attraverso la collaborazione e il confronto tra artisti di vari paesi europei (che avviene soprattutto negli workshop preparatori), un contributo alla formazione di una comune cultura condivisa e quindi alla costituzione dal basso dell’Europa.

L'intento di epea è quello di creare uno spazio nel quale giovani e talentuosi fotografi possoano sviluppare e discutere di rilevanti istanze sociali che concernano l'Europa ,sono le parole del curatore italiano Enrico Stefanelli.

Lavoro individuale e lavoro collettivo sono egualmente contemperati in epea, che prevede la partecipazione dei fotografi a due workshop di accompagnamento durante i quali viene loro offerta l'opportunità di lavorare insieme, con i colleghi e con i quattro curatori, intensificando un confronto sui metodi di lavoro e sul tema loro proposto.

Uno dei modi migliori di percepire la storia europea è attraverso una riflessione intorno ai cambiamenti e alle trasformazioni, persistenti e complesse. Trasformazioni lette come sintomi di un processo dinamico di sviluppo che non rimodella la sola realtà, ma anche le idee e le immagini e la stessa percezione della realtà.

Non sorprende, allora, che le analisi della situazione europea contemporanea si stiano sempre più focalizzando sugli effetti delle grandi trasformazioni che stanno avvenendo nel continente. Dalla transizione verso un'economia post-industriale, al forte incremento dei flussi e delle reti di comunicazione e di commerci, all'aumento della mobilità delle persone, alla ripresa dell'immigrazione (e l'intensificazione conseguente del dibattito sulle condizioni dell’integrazione, ma anche sui controlli e sulla legalità). Senza tralasciare gli effetti della globalizzazione economica, tecnologica e culturale. Tutti indicatori degli importanti (e in alcuni casi radicali) cambiamenti delle condizioni e delle strutture sociali e culturali. Una percezione di cambiamento e instabilità accentuata dalla grave crisi economica e politica che sta avendo conseguenze devastanti per la società, istigando nuovi fronti di frammentazione in ambito europeo e portando alla emersione di nuovi fenomeni e conflitti.

PROSSIMA EDIZIONE


epea03: Shifting Boundaries (Confini in movimento)
12 fotografi europei chiamati a sviluppare il tema Confini in movimento – uno sguardo su ideali e realtà in Europa.


A Villa Argentina - Viareggio giungerà la mostra con inaugurazione il 14 ottobre 2016.

Stanno percorrendo l’Europa per interpretarne i cambiamenti più profondi.

Lo stanno facendo nell’ambito della terza edizione di epea.

I fotografi scelti sono Arianna Arcara (Italia), Pierfrancesco Celada (Italia), Marthe Aune Eriksen (Norvegia), Jakob Ganslmeier (Germania), Margarida Gouveia (Portogallo), Marie Hald (Danimarca), Dominic Hawgood (Regno Unito), Robin Hinsch (Germania), Ildikó Péter (Ungheria), Eivind H. Natvig (Norvegia), Marie Sommer (Francia) e Christina Werner (Austria).

La prima mostra a Parigi – 20 maggio 2016, poi Viareggio, Oslo e Amburgo.


Seguici qui:

www.epeaphoto.org
www.fondazionebmlucca.it
www.fondazionebmluccaeventi.it
www.photoluxfestival.it

Facebook

Logo Epea Logo Fondazione Banca del Monte di Lucca Logo Palazzo della Fondazione Banca del Monte di Lucca
  Logo Marketplace Media Services

Ufficio stampa Lucca:

Note Press
Anna Benedetto - 347.40.22.986 - anna.benedetto.lucca@gmail.com
Barbara di Cesare - 338.30.80.724 - badicesare@gmail.com

Ufficio stampa nazionale:

Studio ESSECI
Sergio Campagnolo - tel. 049.663499 - info@studioesseci.net www.studioesseci.net

Piazza S. Martino 4, 55100 Lucca
Tel. +39.0583.464062 - Fax +39.0583.450260
dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00
C.F. 00130620461


Non saranno fornite informazioni telefoniche o verbali in ordine all'assegnazione o all'erogazione dei contributi, salvo al legale rappresentante o al delegato espressamente indicato sulla richiesta di contributo, munito della lettera di assegnazione dove sono riportati i dati della pratica.
Realizzazione: Connext Srl - www.connext.it